Le voci di costo di un mutuo

Come riconoscerle e ottimizzarle

Forse non tutti sanno che il costo complessivo di un mutuo è composto da tante voci e non soltanto dalla rata che si paga periodicamente.
Vediamo insieme quali sono.
 
Cominciamo col dire che tutti i mutui prevedono un piano di ammortamento, cioè la suddivisione in rate della cifra che la banca ci presta più i relativi interessi .
 
Puoi pagare le rate mensilmente o con altra cadenza scegliendo, tra la varie soluzioni messe a disposizione dalla banca, quella che più si avvicina alle tue esigenze.
 
L’importo della rata dipende da 3 elementi:
  • la cifra che richiedi
  • la durata totale del finanziamento
  • il tasso di interesse applicato dalla banca.
Ovviamente più alto è l'importo del mutuo che richiedi, più alta sarà la rata che pagherai. Anche la durata del finanziamento incide: più è breve e più la rata aumenterà. Quindi è importante ragionare bene su questi due elementi in modo che alla fine l'importo della rata sia il più vicino possibile alle tue aspettative.  
 
Ma come dicevamo, non tutti i costi si esauriscono con il semplice pagamento della rata. Infatti sono previste altre spese che è bene tu tenga a mente.
 
Una di queste, obbligatoria per legge, è il costo della polizza incendio e scoppio che dovrai sottoscrivere sull'immobile per il quale stai chiedendo il finanziamento.
 
Inoltre, verifica anche la presenza e l'entità di
  • spese di istruttoria
  • spese di valutazione dell'immobile (perizia)
  • spese per certificazione interessi passivi
  • altre spese di natura amministrativa
Infine, ricorda che per poter confrontare con efficacia le diverse offerte esistenti sul mercato, puoi fare riferimento al Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG). Si tratta di un indicatore che le banche devono obbligatoriamente esporre e che ci dice, attraverso una percentuale annua sull'importo del mutuo, l'entità di tutte le spese di cui abbiamo parlato.
 
Va da sé che più alto è il TAEG e maggiori sono i costi del mutuo che stai sottoscrivendo.