Cambiare il conto corrente

Scoprilo in tre semplici passi

Sai che se il tuo attuale conto corrente non ti soddisfa più puoi cambiarlo in tre semplici passi?
Vediamo in questa scheda come.
 
1° PASSO: APRI IL NUOVO CONTO
Per questa prima fase devi:
  • compilare il modulo che ti verrà fornito dalla nuova banca per la pratica di trasferimento
  • firmare i documenti necessari a completare questa operazione
Da questo momento, il tuo nuovo istituto bancario gestirà i rapporti con la banca che stai lasciando e la normativa attuale (legge 33/2015) stabilisce che il passaggio non potrà avere una durata maggiore di 12 giorni lavorativi, conteggiati a partire dalla data in cui la tua nuova banca riceve la richiesta. Ricorda: eventuali ritardi e disagi ti daranno diritto ad un risarcimento.
 
2° PASSO: DECIDI QUALI SERVIZI SPOSTARE DAL VECCHIO CONTO
La tua nuova banca ti aiuterà a trasferire al nuovo conto i servizi attivi sul vecchio. Potrai quindi continuare a ricevere:
  • accrediti di stipendio e pensione
  • addebiti delle rate del mutuo, prestito e bollette 
Inoltre, se dovessi ricevere bonifici indirizzati al tuo precedente conto, la tua vecchia banca avrà il compito di inoltrarteli per i successivi 12 mesi.
 
3° PASSO: CHIUDI IL VECCHIO CONTO
Il passaggio al nuovo conto corrente si conclude con la chiusura del vecchio conto.
Una volta cessati i rapporti con la vecchia banca, dovrai:
  • restituire tutti gli strumenti di pagamento che ti erano stati forniti (es: carta di credito, libretto degli assegni, ecc.)
  • verificare che il saldo del vecchio conto sia sufficiente per coprire eventuali assegni ancora in circolazione o spese non ancora addebitate