IBAN

Tutto sul codice identificativo del tuo conto

IBAN, ti sei mai chiesto cosa significa? Ecco la risposta: International Bank Account Number, ma in italiano potremmo anche "tradurlo" in un consiglio: Impara Bene A Notificarlo!
 
Di cosa si tratta?
 
E' un unico codice che serve per effettuare qualsiasi tipo di pagamento, nazionale o internazionale. 
Introdotto dal 1° gennaio 2008 in sostituzione di tutte le vecchie coordinate bancarie (ABI + CAB + conto corrente), questo numero magico uniforma i conti correnti bancari di tutti i Paesi appartenenti all’Area unica dei pagamenti in euro (detta Area SEPA).
 
In questo modo cittadini, pubbliche amministrazioni e aziende europee possono svolgere ogni transazione all’interno dei confini nazionali e soprattutto tra Paesi diversi nella massima sicurezza, semplicità e trasparenza.
 
Il Codice IBAN riassume in sé tutte le informazioni necessarie per identificare univocamente a livello mondiale il Paese in cui hanno sede il conto corrente, la Banca e il numero di conto corrente. Nel caso italiano, tutte queste informazioni sono racchiuse in 27 caratteri alfanumerici (cioè cifre + lettere).
 
Tramite l’IBAN, dunque, si può facilmente identificare il conto corrente di un beneficiario, permettendo all’ordinante e alla sua Banca di verificarne la correttezza grazie a specifici caratteri di controllo presenti all’interno del codice stesso.
 
Quindi per fare o ricevere un bonifico è fondamentale comunicare o conoscere il codice IBAN
 
A questo punto ti starai chiedendo dove recuperare questa preziosa informazione (che è un po' difficile da ricordare a memoria!). 
Niente paura! Puoi trovare il tuo IBAN
  • nei contratti di conto corrente
  • in tutti gli estratti conto
  • nel tuo home banking
  • nell'App (se disponibile presso la tua banca)
  • rivolgendoti alla tua agenzia
Infine, entrando nello specifico, i 27 caratteri del codice IBAN sono composti rispettivamente da
  • 2 lettere rappresentanti la Nazione
  • 2 cifre di controllo
  • 1 Codice CIN, utilizzato come carattere di controllo, generato secondo una serie di calcoli;
  • 5 cifre del codice ABI, che rappresenta la banca;
  • 5 cifre del codice CAB che identifica una specifica filiale di quella banca
  • 12 numeri che costituiscono il codice di conto corrente, eventualmente completato da zeri iniziali nel caso in cui le cifre siano di numero inferiore a 12.